lunedì, Settembre 19

Cani e parassiti: rischi e prevenzione

Parassiti come pulci, zecche o pappataci possono essere molto pericolosi per la salute dei nostri animali domestici. Per questo è importante tenere delle buone abitudini, così da operare la migliore prevenzione possibile. Non bisogna sottovalutare l’importanza degli antiparassitari per cani, prodotti nati per creare una vera e propria barriera.

Quali sono i rischi per la salute del cane? In che modo si possono prevenire? Continua a leggere se vuoi saperne di più.

I parassiti più diffusi

I parassiti dei cani più diffusi sono le pulci, le zecche e i pappataci. Sono molto diversi tra loro, ma hanno tutti la capacità di trasmettere pericolose malattie.

Le pulci sono molto piccole, e sul pelo lungo risultano davvero difficili da notare. Si muovono lungo la pelle dell’animale, e si nutrono del suo sangue, generando un forte prurito. In molti casi il cane può grattarsi fino addirittura a sanguinare, lasciando così la pelle aperta e senza alcuna difesa contro nuove infezioni.

Le zecche sono più facili da notare, perché sono più grandi. Inoltre, dopo aver succhiato il sangue aumentano di volume, e si possono sentire e riconoscere anche solo accarezzando a fondo il nostro cane.

I pappataci sono insetti davvero pericolosi, perché possono trasmettere la leishmaniosi canina. Questa malattia se non viene curata in tempo può portare addirittura il cane alla morte, danneggiando in maniera irreparabile i suoi organi interni. Fortunatamente oggi esistono delle terapie, ma è importante intervenire il prima possibile.

Prevenire con delle buone abitudini

La prevenzione passa per l’acquisizione di buone abitudini. Il nostro consiglio è di evitare il più possibile i luoghi dove potrebbero annidarsi i parassiti. Di solito queste creature vivono nelle zone dove prolifera l’erba alta, o dove è presente della boscaglia priva di qualsiasi cura. Per questo, durante una passeggiata con il cane è meglio scegliere un itinerario meno rischioso.

Attenzione anche alla cura del giardino, dove in molti casi l’animale passa buona parte del suo tempo. L’erba deve essere tagliata costantemente, e bisogna fare in modo che non ci siano zone sporche o umide. Anche una disinfestazione stagionale potrebbe aiutarci a tenere sicuro l’habitat del nostro giardino.

Infine suggeriamo di controllare periodicamente l’eventuale presenza di parassiti. Possiamo riconoscere le pulci utilizzando una lente d’ingrandimento ed esplorando il pelo del cane. Per le zecche, invece, basta accarezzare l’animale a livello della pelle, alla ricerca di eventuali irregolarità. Le zecche assumono un maggiore spessore dopo aver succhiato il sangue e sono facili da riconoscere al tatto.

Utilizzare gli antiparassitari

Per una buona prevenzione è fondamentale utilizzare degli antiparassitari per cani, prodotti che hanno lo scopo di tenere lontani questi pericolosi parassiti. Ne esistono di vario genere, e ognuno è caratterizzato da una specifica durata. Per questo bisogna ricordare quando termina l’efficacia del prodotto, così da usarlo di nuovo al momento giusto.

Oggi sono molto in voga le soluzioni gocce spot-on, ma non mancano anche soluzioni più classiche, come ad esempio gli spray.

Questi prodotti sono adatti ai cani adulti, e non danneggiano in alcun modo il loro organismo. Esistono anche delle varianti realizzate per i cuccioli, che hanno un organismo ancora immaturo e hanno bisogno di antiparassitari specifici. Per maggior sicurezza ti invitiamo a consultare il tuo veterinario di fiducia.

Redazione
La redazione di knil.it si occupa di ambiente, arte, cultura, natura, nuove tecnologie, social media, motori, food e tanto altro. Cerchiamo di offrire i migliori consigli ai nostri utenti e rendere la nostra passione, per la notizia e la scrittura, un qualcosa da poter condividere con tutti. Puoi contattarci tramite E-mail a: onlyredazione[@]gmail.com